Dati Personali

Tel: 328 2846818
Email: isolde60@tiscali.it

COUNSELOR OLISTICO                                                                                                       

Il counseling è un processo relazionale tra consulente e cliente o clienti: famiglie gruppi istituzioni. L’obiettivo del counseling è fornire ai clienti opportunità e sostegno per sviluppare le loro risorse e promuovere il loro benessere come individui e come membri della società..

L’approccio olistico al counseling prevede l’avvalersi di strumenti olistici o “vibrazionali” per facilitare lo sblocco di alcuni schemi limitanti inconsci incastrati in qualche corpo del cliente in questa vita o da memorie della sua essenza.

Nel “tutto/olos”, gli strumenti di crescita ed evoluzione personale possono essere pressoché infiniti.
L’unica ed irripetibile inifinitesimale particella di infinitesimale infinito di luci e ombre che ognuno è, può essere strumento evolutivo, la infinitesimale storia personale produce un effetto visibile e invisibile dentro e intorno a noi che “siamo il centro e la sponda”.

DANZA DEL VENTRE MEDITATIVA PER IL RISVEGLIO DELLA DEA

La mia storia al femminile come tante altre degli ultime poche migliaia di anni, con le mie difficoltà peculiari e col mio bagaglio di esperienze tra cui alcune in discipline orientali quali yoga, tai chi, aikido ecc., mi vede incontrare “per puro caso” a 40 anni un corso di danza del ventre, iniziare per gioco, essere molto colpita da come il mio corpo e la mia psiche rispondono ai movimenti tondi della danza, sentire sottilmente una memoria dimenticata affiorare, ricrearsi nella mia percezione di me stessa, continuare per praticità, insegnare sotto richiesta, creare lezioni integrate con pratiche meditative e imbattermi durante il percorso in ulteriori indicazioni sull’argomento.
Ho proposto la suddetta pratica col corpo come lavoro intenzionale nella presenza, nell’auto-osservazione, nella autoconsapevolezza dei propri corpi, nel lasciare andare i movimenti, “sentire” la propria fluidità, consapevolizzare e amare la propria corporeità e le, percepite, “imperfezioni”, allargare la percezione di ciò che esiste dentro e fuori di noi, diventare la musica, perdersi e ritrovarsi. La cura dell’azione e del respiro consapevole, disidentificandosi dagli schemi imposti dalle tendenze e dalle mode, amare il proprio corpo così com’è, sentire il sacro bisogno di proteggerlo, accudirlo, decorarlo e celebrarlo…
Il recupero della propria corporalità è a mio avviso un importante inizio di ricollegamento al naturale senso di unione con noi stesse, allo scioglimento della vergogna, dell’inadeguatezza fatti carne, sangue e respiro. Nelle mie lezioni tendo al recupero di un nuovo senso di sorellanza, protettiva e smagliante, una crescita congiunta in affettuosa morbidezza, una comunità di spiriti allegri, gravida di un meraviglioso futuro.

Un uso “olistico” del corpo, involucro sofisticato e sacro, antenna che collega l’uomo al tutto, ai suoi simili, agli elementi, gli animali, le piante, il cielo, gli spiriti, le divinità……che garantisce la sopravvivenza e l’evoluzione mantenendo attiva la connessione, anche con la pratica delle danze.

Oggi ci stiamo accorgendo che possiamo recuperare alcune memorie ancestrali per riscoprire nuovi/vecchi significati, per ampliare o sostituire le interpretazioni precedenti che ogni giorno si mostrano più e più obsolete.

REIKI

Il trattamento REIKI avviene attraverso l’imposizione delle mani non c’è bisogno di contatto fisico e si può fare anche a distanza, aiuta il riequilibrio energetico, velocizza la risoluzione di problematiche mente corpo spirito.

Feedback